Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2019

A Tolentino successo per la 'Cena in bianco'

Il Ponte del Diavolo a Tolentino si è vestito a festa per accogliere e festeggiare tutti i partecipanti ‘Cena in bianco, Unconventional dinner’. Come nelle passate edizioni, famiglie, gruppi di amici, tutti vestiti rigorosamente di bianco, hanno allestito, sempre di bianco, lo storico ponte sul Chienti, trasformandolo in una suggestiva ‘sala da pranzo’ a cielo aperto.  E’ stato apparecchiato e sono state imbandite le tavole con amici, familiari e bambini per vivere l’emozione di una cena tutti insieme in un luogo incantato e pregno di storia. Una immensa tavola che ha celebrato la tradizione italiana a tavola, nel rispetto della condivisione, come ha ricordato l’Assessore Giovanni Gabrielli, che cura l’organizzazione di questo particolarissimo evento sin dalla prima edizione:  “Malgrado il rinvio dovuto alle cattive condizioni meteo molte persone hanno preso parte alla nostra iniziativa che ha come obiettivo primario quello di far riscoprire il gusto della convivialità e

Le Marche riducono i rifiuti di plastica

Approvata all’unanimità dall’Assemblea legislativa la proposta di legge sulla riduzione dei prodotti monouso realizzati in plastica, che vede come primo firmatario il consigliere Sandro Bisonni.  Attraverso l’atto si prevede di vietare l’utilizzo di piatti, bicchieri, cannucce e sacchetti, e più in generale di tutti i prodotti in plastica monouso e oxo-degradabile, da parte dei soggetti pubblici come Regione, Province e Comuni, strutture sanitarie, e in generale in tutti gli enti, aziende ed agenzie sottoposte al controllo della pubblica amministrazione.  E’ inoltre vietato l’utilizzo degli stessi prodotti in plastica nelle spiagge del litorale marchigiano e a chiunque svolga un’attività economica nel demanio marittimo. Stesso discorso per le mense pubbliche e scolastiche e nelle feste patrocinate.  Sotto controllo il fumo in spiaggia che sarà ammesso solo in presenza di posacenere. Previste anche delle ammende per il mancato rispetto che della normativa p

Pic nic solidale per il Salesi

Nelle scorse settimane il Coordinamento dei Comitati di Quartiere e di Contrada di Tolentino, insieme all’Amministrazione comunale e alla Pro Loco TCT, ha promosso una originale iniziativa che ha coinvolto molte famiglie nel Pic Nic che si è tenuto nel Giardino della Pace. Tutti i partecipanti hanno usfruito, per potersi accomodare sull’erba, di bellissime coperte che erano state donate alla Città dall’Associazione abruzzese “Il Gomitolo dell'Amore” di Roseto degli Abruzzi, associazione nata dalla sensibilità di tanti volontari e volontarie animati dallo spirito di aiutare e sostenere le fasce sociali più deboli, in difficoltà, nonché afflitte per vari motivi da particolari condizioni di disagio, che ha voluto dimostrare concretamente la propria vicinanza ideale, il proprio affetto e la propria solidarietà alla Comunità tolentinate, così duramente colpita dal sisma del 2016. A seguito del Pic Nic che ha consentito di raccogliere fondi per 600 euro, una delegazion

L'assistenza dei volontari ANPAS al grande pubblico di RisorgiMarche- Oggi Marco Mengoni a Fontanelle

In prima linea a  vigilare sulla sicurezza e sull’assistenza sanitaria delle migliaia di persone che  parteciperanno a RisorgiMarche per l 'atteso  concerto odierno di Marco Mengoni  a Fontanelle ci saranno i volontari di ANPAS Marche (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze). Dall’apertura di RisorgiMarche ad oggi, ANPAS Marche ha garantito in ogni concerto l’assistenza al numeroso pubblico presente con 16 associazioni, 79 volontari e 23 mezzi , tra coordinamento, squadre di soccorso e mobilizzazione di persone con disabilità. “ANPAS Marche  oggi conta oltre 5.600 volontari e circa 30.000 soci - ha dichiarato il Presidente Andrea Sbaffo  - oltre ad una cospicua dotazione di mezzi ed attrezzature che mette a disposizione, tra cui 540 mezzi tra ambulanze, automediche, fuoristrada, pulmini attrezzati trasporto disabili, autoarticolati, autotreni e tra le attrezzature possiamo fornire cucine da campo, tende, tensostrutture di grandi dimensioni. Una presenza importante

Le Marche celebrano Raffaello

E’ fitto di appuntamenti il calendario della Regione Marche stilato per celebrare il quinto centenario della morte di Raffaello Sanzio, uno dei suoi figli più illustri che, come “nessun altro dei grandi personaggi marchigiani – dichiara l’assessore alla Cultura e Turismo, Moreno Pieroni - ha reso enorme visibilità e fama alla sua terra, da sempre. E questo perché voleva firmare le sue opere con Raphael Urbinas.  Un marchio di identità geografica e di fierezza che ha impresso nei suoi capolavori. Nel V centenario della morte del più grande pittore italiano, le Marche gli devono degne celebrazioni con grandi eventi internazionali dove il binomio Cultura e Turismo si sposa perfettamente”.  Il programma delle iniziative in onore di Raffaello è quindi stato approvato nel corso della seduta settimanale di Giunta su proposta di Moreno Pieroni e predisposto dal Comitato regionale per le celebrazioni in seguito alle decisioni del Comitato Nazionale per le celebrazioni, istituito c

Marconi: una nuova programmazione per la sanità marchigiana

La Commissione Sanità in Regione ha concluso cinque mesi di intenso lavoro di audizioni sul nuovo Piano Socio-Sanitario grazie anche alle accelerazioni e alla determinazione del suo presidente, dott. Fabrizio Volpini. Il sistema dei piani generalisti ha perso molto il significato che avevano negli anni ’70 quando la programmazione divenne di moda e, soprattutto, c’erano soldi da spendere. Oggi siamo schiacciati sulla gestione ordinaria e sull’emergenza e siamo governati dalla legislazione nazionale che impone scelte anche minute, per esempio sulla chiusura dei Punti Nascita o sulla concentrazione dei servizi ospedalieri. Se tutto questo è vero è necessario cambiare lo stile della programmazione: bisogna stare sui criteri di carattere generale, ma fare anche uno sforzo di fantasia e cercare di guardare almeno al prossimo decennio partendo sempre e comunque da esigenze concrete. La prima di queste ci porta a prestare particolare attenzione sulla partecipazion

Il consigliere regionale Bisonni chiede le dimissioni del sindaco di Tolentino

Non si è fatta attendere la risposta al sindaco tolentinate da parte del consigliere regionale, Sandro Bisonni, all'indomani della scoperta della dimenticanza del Comune nella vicenda dell'inceneritore e dopo la risposta del sindaco alle sue osservazioni:  “Se lo scopo della minaccia di querela è quello di tentare di intimorirmi o di farmi tacere, il sindaco ha fallito completamente nel suo intento. Se lo ritiene proceda pure”. Ha esordito così il consigliere regionale Bisonni in relazione alla minaccia da parte del sindaco di Tolentino di adire alle vie legali nei suoi confronti, dopo la denuncia dello stesso sulla grave dimenticanza del Comune, che non ha segnalato la presenza di una scuola nelle vicinanze dei luoghi di installazione di un inceneritore a Tolentino:  “Questa è la goccia che fa traboccare il vaso! Il sindaco politicamente parlando, ha dimostrato per l'ennesima volta la sua incapacità gestionale. Tanta approssimazione può diventare pericolosa p

Scuola ed inceneritore: il sindaco risponde a Bisonni

Dopo l’articolo sulla vicinanza delle ‘nuove’ scuole all’inceneritore che dovrebbe sorgere in contrada Cisterna a Tolentino il sindaco della città ha precisato che l’Amministrazione tolentinate nella seduta del Consiglio Comunale del 25 Luglio scorso ha deliberato ancora una volta dopo la seduta di giugno, all'unanimità il ‘no’ deciso all’Inceneritore della ditta Biorecovery sul territorio di Tolentino in Contrada Cisterna:  “Maggioranza e Minoranza unite hanno affermato con determinazione che l'area ha una destinazione, in primis residenziale, commerciale, scolastica, oltre che area per uso agricolo a tutela di tipo orientato ed area di rispetto a verde privato, che di fatto rendono assolutamente incompatibile l’impianto proposto. Confermando la totale contrarietà dei rappresentanti delle forze politiche cittadine, all'insediamento dell'inceneritore, sia dal punto di vista urbanistico, che ambientale e della salute pubblica”.  Quindi l’amministrazione com