Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2020

Coronavirus: niente allarmismi

“La decisione del governatore delle Marche Ceriscioli è incomprensibile e controproducente, crea falsi allarmismi e rischia di creare dei precedenti istituzionali inammissibili in un momento in cui tutte le forze politiche e le istituzioni a tutti i livelli dovrebbero lavorare di concerto e collaborare con il governo”.  Lo afferma in una nota il Sen. Antonio Saccone, commissario regionale dell’Udc  per le Marche. “Come ha giustamente detto anche il presidente Berlusconi, le critiche nei confronti del governo Conte da parte nostra continuano ad esserci, ma questo è il momento di collaborare tutti insieme per una rapida risoluzione di questa emergenza nazionale.  Le divisioni politiche e la campagna elettorale per ora mettiamole in quarantena, adesso sconfiggiamo il Coronavirus e salviamo il Paese”, prosegue il senatore centrista. “Chiedo a Ceriscioli di tornare sui suoi passi, ascoltando il presidente del Consiglio e collaborando affinché i cittadini delle Marche no

Intervalliva San Severino-Tolentino: ‘Mancano 20 milioni, opera già ferma’

“Dire io l'avevo detto non mi consola, ma è la triste verità. A luglio 2019 per primo lanciai l'allarme incompiuta, perché il tracciato scelto presenta evidenti criticità, funzionali, ambientali ed economiche che ancor prima di iniziare hanno già, di fatto, bloccato l'opera": ad affermarlo è   Sandro Bisonni, consigliere regionale dei Verdi, in merito all’intervalliva San Severino – Tolentino.  Il consigliere aggiunge che inizialmente aveva subito critiche per aver denunciato l'errore di valutazione nella scelta di un tracciato, ora vede riconoscere da più parti le sue ragioni: “I progettisti incaricati – continua Bisonni – hanno dichiarato che mancano all'appello più di 20 milioni di euro, soldi necessari a superare le criticità presenti sul tracciato della strada. Il problema è che questi soldi non ci sono e di conseguenza l'opera è già ferma prima di iniziare.  Ostinarsi nel tentare di portare avanti questo tracciato in mancanza di riso

Tolentino con tre spettacoli celebra la Festa della donna: il programma

Per celebrare la prossima Festa della donna, l’Amministrazione comunale, la Commissione consiliare Pari Opportunità e la Consulta delle Donne hanno stilato un programma con tre diversi spettacoli che, anche in maniera divertente, daranno chi parteciperà   la possibilità di riflettere e di confrontarsi sulle diverse tematiche inerenti la condizione della donna. Il programma è stato presentato nel corso di una conferenza stampa dal Sindaco Giuseppe Pezzanesi, dal Vicesindaco Silvia Luconi, dall’Assessore alla Cultura e Istruzione Silvia Tatò, dalla Presidente della Commissione consiliare Pari Opportunità Monia Prioretti, dal Conigliere comunale con delega al Commercio Andrea Crocenzi e dalla Presidente della Consulta delle Donne Solidea Vitali. Erano presenti anche l’Assessore Fausto Pezzanesi, Raffaele Gesuelli, il regista Iacopo Cicconofri con alcuni componenti della compagnia. Si inizia giovedì 6 marzo, alle ore 21.15 al teatro Vaccaj con lo spettacolo “Messi a nudo”. La

MUSICULTURA: questa sera ripartono le audizioni live a porte chiuse, in diretta su ETV canale 12, TVRS canale 111 e in streaming sulla pagina Facebook di Musicultura

La band di Urbino Il Diavolo & L’ Acqua Santa  questa sera  a Musicultura. Dopo lo stop dovuto all’emergenza coronavirus ripartono a porte chiuse, da stasera  venerdì 28 febbraio le audizioni di Musicultura 2020 al teatro Lauro Rossi di Macerata Il pubblico potrà seguirle in diretta streaming sulla pagina facebook di Musicultura e sulle principali emittenti televisive delle Marche. Grazie alla disponibilità di Simone Baronio direttore di Etv Marche e Andrea Verdolini, direttore di Tvrs sarà infatti possibile collegarsi col teatro Lauro Rossi  e seguire in diretta sia le performance degli artisti in concorso, sia  le loro conversazioni con la giuria. Basterà sintonizzarsi a partire dalle ore 21,15  su ETV Marche canale 12  e su TVRS canale 111: un ottimo esempio di buone pratiche di servizio pubblico in un momento di difficile gestione degli eventi della nostra Regione. “Ovviamente  sarebbe molto  più bello condividere le audizioni con gli spettatori in sala e confido

Coronavirus: 94 persone in isolamento nelle Marche

Nell'ordinanza con cui il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha disposto la chiusura di scuole e musei nonché la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche sino alla mezzanotte di sabato 29 febbraio, è stato diramato anche l'aggiornamento sui casi positivi da Coronavirus nel territorio marchigiano.  Il primo caso accertato risale al 25 febbraio, nella Provincia di Pesaro-Urbino ed è l'unico confermato dall'Istituto Superiore di Sanità. Il 26 febbraio si sono si sono verificati altri 2 casi positivi da malattia infettiva COVID-19, sempre nella Provincia di Pesaro-Urbino, in attesa di conferma.  Nella giornata di oggi (27 febbraio) si registrano altri tre casi, sempre in attesa di conferma dall'Istituto Superiore di Sanità. Dei 6 pazienti positivi, due risultano ricoverati in Rianimazione. Inoltre, sono state messe in isolamento domiciliare fiduciario ben 94 persone di cui 34 sintomatici distribuiti nelle Provincie come di seguito: 41

Tolentino: divieto dell'uso dell'acqua potabile in contrada San Giuseppe e Vicigliano

Il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, su richiesta dell’Assm spa, ha emesso un'ordinanza con la quale in via precauzionale vieta l’uso dell’acqua potabile per usi alimentari nelle contrade S.Giuseppe e in contrada Vicigliano. Sono interessate dall'ordinanza le famiglie residenti tra i numeri civici 18A e 25 di contrada San Giuseppe e tutti i residenti di Vicigliano. L’Assm spa ha provveduto ad effettuare le periodiche analisi batteriologiche in autocontrollo che hanno evidenziato il lieve superamento di un parametro.   Pertanto è stato deciso di vietare l’uso dell’acqua dell’acquedotto comunale, in via precauzionale. Il numero delle utenze risulta circoscritto e riguarda poche famiglie in quanto molti degli edifici della zona, soprattutto in contrada Vicigliano, sono attualmente disabitati a causa dei danni riportati dal sisma 2016. Tutte le utenze interessate dal divieto sono state informate direttamente dagli operatori della Protezione Civile che hanno anc