Passa ai contenuti principali

FREETYPE di Lorenzo Marini a Macerata ed a Tolentino dal 15 settembre

 


Dal 15 settembre al 14 novembre i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi di Macerata e il Politeama di Tolentino presentano la mostra ‘FreeType’ di Lorenzo Marini, curata da Sabino Maria Frassà. Nell’ampio e variegato calendario di mostre ed eventi, il Comune di Macerata e la Fondazione Franco Moschini, con questa mostra invitano a riflettere sulle molteplici possibilità di interazione offerte dal Contemporaneo.

L’artista milanese, nel definire le linee programmatiche del suo manifesto, dichiara apertamente che è necessario “liberare le lettere dalla loro funzione” ponendo attenzione alla forma del carattere che prima di essere segno è immagine. Su questa idea propria della storia e della filosofia dei linguaggi lavora Marini, pubblicitario affermato e artista formatosi sotto l’egida del grande maestro Emilio Vedova, tra i principali esponenti del Novecento italiano. 

Dopo aver esposto a Los Angeles, New York, Parigi, Dubai e in molte altre città nel mondo, Lorenzo Marini ha creato per le Marche inediti che esplorano l’utilizzo delle lettere e del colore in opere mixate con media differenti facendo riflettere sulle modalità di comunicazione dettate dalla ricerca di nuovi caratteri alfabetici fondati sulla giocosa concettualità dell’artista.

FreeType è una mostra presentata grazie alla collaborazione tra i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi e il Politeama di Tolentino con il sostegno della Regione Marche e rappresenta un’innovazione per la condivisione tra due realtà artistiche della stessa provincia; un invito alla circolarità dell’arte e all’interscambio culturale che vuole abbattere le barriere localistiche e globalizza le esperienze.

La mostra sarà inaugurata mercoledì 15 settembre alle ore 17,30 ai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi a Macerata e giovedì 16 settembre, alle ore 18, al Politeama di Tolentino, si terrà un incontro con l’artista. L’ingresso alla mostra è gratuito.

Lorenzo Marini presenta le sue lettere liberate nelle Marche, scegliendo Macerata come città simbolo di questa regione. Lo fà nel prestigioso palazzo Buonaccorsi dialogando tra le contemporaneità delle opere e la classicità dello spazio che le ospita. Dal 15 settembre al 14 novembre 20 opere saranno esposte ai musei civici e altrettante al Politeama di Tolentino: “Non posso esporre nelle Marche senza dimenticare la città che mi ha visto come direttore artistico della Biennale dell’Umorismo molti anni fa”. Dopo Los Angeles, Venezia e Siena, Macerata ospita una mostra che celebra il percorso artistico dell’artista che ha fondato la corrente artistica della ‘TypeArt’, liberando definitivamente le lettere dalla schiavitù della funzione. Come sottolinea

il curatore Sabino Maria Frassà “L’arte per Lorenzo Marini è un percorso di catarsi volto a trovare la Parola. L’arte per Lorenzo rappresenta quindi quel senso, che ha riempito e riempie ogni giorno la nostra vita quotidiana”.

Le 20 opere in mostra ripercorrono questo mixed-media costante, e altrettante contaminazioni visive si trovano nelle 20 opere esposte al Politeama di Tolentino. La mostra viene anticipata nel centro storico di Macerata e nell’atrio di palazzo Buonaccorsi con sei “obelischi contemporanei”, realizzati da Guzzini, che diventano totem di comunicazione, segnali verbo-visivi, sculture urbane.

Brillante alunno di Vedova, Lorenzo Marini arriva al successo negli anni ‘80 attraverso l’unione dell’immagine alla parola nei fumetti e negli slogan pubblicitari. Alla fine degli anni ‘90 arriva il successo letterario con L’uomo dei tulipani dove l’arte e la pittura sono protagonisti. Con il nuovo millennio arriva l’inarrestabile ascesa sulla scena dell’arte contemporanea italiana attraverso il Manifesto della Liberazione delle Lettere, che lo consacra a livello internazionale e che diventa di ispirazione per tanti artisti in tutto il mondo: ‘Le lettere sono nate libere e come gli uomini sono creature sociali, ma anche individuali. E’ tempo di celebrare la bellezza della geometria che le compone e lasciare il gregge della tipologia alfabetica’ scriveva al riguardo Lorenzo Marini nel 2017.


Commenti

Post popolari in questo blog

A Tolentino il sindaco precisa

  Due ‘patate’ bollenti a Tolentino, scuole e forno crematorio, su cui il sindaco Giuseppe Pezzanesi precisa la posizione dell’Amministrazione comunale alle critiche di Città in comune’, che è stata delusa dalla risposta all’interrogazione presentata dal PD: “A un anno della scadenza del mio secondo mandato, come avranno potuto costatare i cittadini più attenti, si cominciano a svegliare dal torpore, tutti quei movimenti politici e partiti che, essendo stati fortemente sconfitti nelle precedenti elezioni amministrative, hanno bisogno di dimostrare che esistono, cercando visibilità sui media e agitandosi contro ogni decisione o presunta mancanza della nostra Amministrazione comunale”. Sul campus scolastico il sindaco ha sottolineato: “Per ciò che attiene la questione del campus scolastico siamo ben consci dei ritardi e dei disagi a cui sono sottoposti tutti coloro, insegnanti, personale ata e studenti, che frequentano l’Istituto Filelfo. Fin da subito ci siamo attivati, congiuntamente

Tolentino piange la scomparsa di Francesco Rea e Paolo Ruffini

  Tolentino, in queste ore, è stata colpita da due gravi lutti. Infatti sono scomparsi prematuramente Francesco Rea e Paolo Ruffini ed Il Sindaco Giuseppe Pezzanesi, anche a nome dell’Amministrazione comunale e di tutta la Città esprime il proprio cordoglio: “Francesco, 45 anni, una moglie e una figlia, elettricista aveva lavorato anche per Poltrona Frau. Aveva accusato un forte malore e qualche giorno dopo è morto. Paolo, 50 anni, lascia la moglie e due figlie dopo aver lottato con tutto sé stesso contro una brutta malattia. Parrucchiere, era stimatissimo e conosciutissimo. Ci lasciano due persone speciali, due papà adorabili, due professionisti molto preparati, che si sono distinti per la passione che mettevano nei loro rispettivi lavori. Saranno ricordati per la loro straordinaria umanità, per il loro sorriso, per la loro disponibilità verso gli altri. Lasciano un grande vuoto tra gli affetti più cari e la Città tutta, faremo tesoro di quanto hanno saputo trasmetterci”.

Tolentino: aumento dei positivi

  A Tolentino sono in continuo aumento le persone positive a Tolentino come ha informato il sindaco Giuseppe Pezzanesi: “Ad oggi venerdì 23 ottobre 2020, alle ore 19.00, secondo quanto comunicato dalla Regione Marche, questi sono i dati ufficiali: 54 positivi e 84 persone che sono in isolamento domiciliare. Si ricorda che è importante continuare a rispettare le disposizioni per evitare il propagarsi del Covid-19. Bisogna sempre seguire le normative e non vanificare il lavoro fatto fino ad ora. Indossiamo le mascherine, anche all’aperto come previsto dalla nuova ordinanza regionale, disinfettiamo le mani, evitiamo assembramenti e rispettiamo il distanziamento sociale”. Inoltre oggi l’Ufficio e il Comando della Polizia Locale della Città di Tolentino sono rimasti chiusi al pubblico. Infatti il comandante David Rocchetti, dopo essersi messo in quarantena volontaria, nei giorni scorsi, avendo avvertito i primi sintomi del covid-19, è risultato essere positivo così come il vicecomandante